Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

LA "VINCITA" NEI GIOCHI D'AZZARDO

IL GRANDE INGANNO DEI "GIOCHI PUBBLICI CON VINCITE IN DENARO"


 Per spingere le persone a giocare d'azzardo, i monopoli devono illuderle circa le effettive probabilità di vincita, ed evitare assolutamente che chi gioca pensi alla perdita.

Per farlo, presentano il gioco d'azzardo come un mondo dorato dove si vince sempre, in cui nella peggiore delle ipotesi può capitare di "non vincere", mai di perdere, suggerendo comunque l'idea che la vincita sia a portata di mano, basta giocare ancora, insomma "Ritenta e sarai più fortunato".

La "perdita", che pure è il risultato più frequente del gioco d'azzardo, oltre che concettualmente, è cancellata anche dal lessico dei giochi con vincite in denaro nei quali si parla solo di vincite; ecco quindi, i "gratta & vinci ", il "vinci tutto ", il "vinci casa ", mentre nella pubblicità gli slogan sono del tipo "ti piace vincere facile " o "vinci adesso, vinci spesso" .

In moltissimi giochi, questa mistificazione è rinforzata anche da altri stratagemmi come la presenza nel montepremi di moltissimi finti premi che non fanno vincere niente , se non la possibilità di giocare ancora, essendo di importo pari alla giocata. Nel gratta & vinci "Nuovo dado Matto", addirittura, un terzo dei premi in palio è di 1 euro mentre il biglietto costa 2 euro . In realtà la vincita è una perdita camuffata, ottenerla ci fa diventare più poveri di prima .

Altro espediente molto usato è quello delle "quasi vincite ": i numeri del giocatore o la sua combinazione di gioco sono vicinissimi al numero o alla combinazione vincente, così da avere l'impressione che la vincita sia stata sfiorata, di esserci quasi riusciti, spingendoli così a giocare ancora, a riprovarci, senza pensare che sono i monopoli a tendere il laccio.

Senza i trucchi e gli inganni che propongono i monopoli, guardando il gioco d'azzardo vedremmo solo un enorme raggiro che consuma le risorse e distrugge la vita di chi ci casca, un meccanismo perverso che vende fumo, che propone sogni che non hanno alcuna possibilità di realizzarsi.

Eppure si tratta di un servizio pubblico, gestito dallo Stato e dai suoi concessionari.

Postato il 16/09/2015 11:36 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2441 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - probabilità di vincita - premi - "quasi vincite"

  • "IL NEMICO PUBBLICO N. 1"
    07/09/2017 15:17

    IL GIOCO D'AZZARDO, DEFINITO IPOCRITAMENTE "GIOCO CON VINCITE IN DENARO", RAPPRESENTA ORMAI UNA VERA EMERGENZA NAZIONALE, UNO DEI PIÙ GRAVI ATTENTATI ALLA VITA DELLE PERSONE, COMPRESA LA SALUTE

  • "TI PIACE VINCERE FACILE? "
    31/08/2017 16:15

    I "NUMERI" SVELANO LE RAGIONI DEL SUCCESSO DELLE LOTTERIE ISTANTANEE MA ANCHE DELLA LORO PERICOLOSITÀ

  • "G&V: IL KILLER SILENZIOSO"
    24/08/2017 11:20

    IL GIOCO D'AZZARDO, IN GENERALE, E I GRATTA E VINCI, IN PARTICOLARE, SONO COME L'IPERTENSIONE ARTERIOSA, UN KILLER SILENZIOSO DI CUI SI SOTTOVALUTA IL PERICLO FINO A CHE NON E' TROPPO PTARDI

  • "IL MILIARDARIO"
    18/08/2017 09:21

    IL BIGLIETTO DEL G&V "IL MILIARDARIO" RAPPRESENTA UN PERFETTO "CATALOGO" DEGLI INGANNI NASCOSTI NELLE LOTTERIE ISTANTANEE

  • "IL GIOCO D'AZZARDO PIÙ INSIDIOSO CHE CI SIA"
    27/07/2017 09:28

    I GRATTA & VINCI SONO IL GIOCO D'AZZARDO PIÙ INSIDIOSO CHE CI SIA SUL MERCATO, CAPACI DI TRASCINARE CHIUNQUE VERSO LA DIPENDENZA

  • "PICCOLE VINCITE: L'ILLUSIONE CHE PORTA AL DISASTRO"
    21/07/2017 10:37

    PER FARE PREVENZIONE E CONTRASTARE IL PERICOLO DI GAP, I MONOPOLI DOVREBBERO MODIFICARE LA STRUTTURA PREMI DEI GIOCHI CON VINCITE IN DENARO

  • "AZZARDO E DIPENDENZA"
    13/07/2017 15:03

    IL VERO FATTORE CRITICO DI SUCCESSO DEL BUSINESS DEL GIOCO D'AZZARDO È LA DIPENDENZA

  • "L'ILLEGALITÀ DELL'AZZARDO LEGALE"
    06/07/2017 16:08

    LA PROBABILITÀ DI VINCITA DEI PREMI DELL'ULTIMA LOTTERIA ISTANTANEA NON VIENE INDICATA NEPPURE SUL SITO DEI MONOPOLI

created by: Paolucci Simone