Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

SOLO CHIACCHIERE E DISTINTIVO

IL 2019, PER I GIOCHI D'AZZARDO, È INIZIATO COME SI È CONCLUSO IL 2018: CON UN NUOVO GRATTA E VINCI


 In materia di giochi d'azzardo, i monopoli, cioè il Governo, hanno aperto l'anno nuovo, così come avevano chiuso quello vecchio, indicendo l'ennesima lotteria istantanea, la cinquantesima attiva.

Niente male per un Governo che a parole afferma di voler combattere il gioco d'azzardo, ritenendolo una vera piaga sociale e motivo di impoverimento delle famiglie.

Desta anche sospetto la coincidenza di due fattori: da una parte l'affermazione di voler contrastare il gioco d'azzardo e dall'altra quella che prevede una imposizione fiscale più aspra sui giochi d'azzardo, fingendo di credere che a pagare saranno le aziende del gambling e non i giocatori.

E' difficile, infatti, non pensare che l'aumento del prelievo fiscale non venga scaricato sui giocatori. La verità è che non è facile rinunciare ai dieci miliardi l'anno di entrate tributarie assicurate dai giochi d'azzardo, che si cerca di coonestare destinandole a finanziare opere e attività meritorie, come la lotta alla povertà.

Dimenticando, tuttavia, che le risorse utilizzate vengono prelevate dalle tasche delle persone, magari le stesse a cui vengono poi destinate, come rimedio all'impoverimento causato proprio dal gioco d'azzardo.

Mi illudevo, probabilmente come molti altri, che questo Governo affrontasse effettivamente e con misure concrete il dramma del gioco d'azzardo, che non è un problema economico, ma un vero dramma sociale e sanitario.

Invece, niente. Solo chiacchiere e distintivo.

Vietata, forse e in futuro, la pubblicità del gioco d'azzardo, senza toccare i meccanismi che generano entrate per monopoli e concessionari (il gatto e la volpe) e dipendenza per i giocatori.

L'ultima lotteria istantanea indetta, potremmo dire il gratta e vinci delle stelle, "multistar", su 36.480.000 biglietti mette in palio 2 premi massimi e 12.388.000 premi da 5 euro, pari al prezzo del biglietto.

Ma basta non tenerne conto ai fini della indicazione della probabilità di vincita, come previsto dal decreto dignità. Ma basta, o si tratta solo chiacchiere e distintivo?

Postato il 07/01/2019 16:24 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2753 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - gratta e vinci

  • "RIGIOCO E DIPENDENZA"
    13/05/2019 09:17

    ESISTE UNA STRETTA CORRELAZIONE TRA LE MODALITA' DI GIOCO "SUGGERITE" DAI MONOPOLI E LA COMPARSA DELLA DIPENDENZA

  • ""GIOCA IL GIUSTO""
    03/05/2019 10:45

    QUESTO È L'INVITO IPOCRITA RIVOLTO AI GIOCATORI CHE COMPARE SULE SCHEDINE DI SISAL

  • "EFFETTO CASSANDRA"
    24/04/2019 10:13

    LE DENUNCE CONTRO I PERICOLI DEL GIOCO D'AZZARDO SONO NUMEROSE E CIRCOSTANZIATE, MA RIMANGONO INASCOLTATE, ANCHE SE FONDATE

  • "LA PROBABILITÀ DI VINCITA"
    18/04/2019 15:50

    L'OBBLIGO DI INDICARLA È PREVISTO DA DIVERSE DISPOSIZIONI, MA I MONOPOLI LA FORNISCONO IN MANIERA STRUMENTALE E INGANNEVOLE

  • "AVVERTENZE RISCHI DGA SUI TAGLIANDI G&V"
    04/04/2019 16:41

    IL REGIME TRANSITORIO TERMINA IL 12 AGOSTO 2019

  • "AZZARDO DALLA "A" ALLA "Z""
    02/04/2019 10:11

    BREVE GLOSSARIO IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO

  • "G&V BONUS TUTTO PER TUTTO"
    18/03/2019 10:55

    L'ENNESIMO GRATTA E VINCI, IL NUMERO 53, RIPROPONE I SOLITI INGANNI E I CONSUETI PERICOLI PER LA SALUTE. E' ORA DI DIRE BASTA!

  • "SOGNI E ILLUSIONI"
    11/03/2019 09:44

    L GIOCO D'AZARDO UCCIDE I SOGNI DELLE PERSONE, OFFRENDO AL LORO POSTO ILLUSIONI VUOTE E PERICOLOSE

created by: Paolucci Simone