Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

AZZARDO, DIPENDENZA E SLOT MACHINE

LE "MACCHINETTE" NON RAPPRESENTANO L'UNICA ESPRESSIONE DEL GIOCO D'AZZARDO LEGALE IN GRADO DI CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA


 Il Tar di Brescia, decidendo i ricorsi proposti contro il regolamento adottato dal Comune di Bergamo, ha escluso g&v e 10elotto dai giochi d'azzardo su cui il Comune può dire la sua, in base alla motivazione che si tratterebbe di giochi che i tabaccai hanno in concessione direttamente dai monopoli di Stato e quindi non soggetti a regolamento comunale.

Non conosciamo gli atti di causa per prendere posizione sul punto, anche se questa esclusione non ci sembra francamente fondata, ci limitiamo a registrare che si tratta di una limitazione grave e pericolosa, soprattutto ove si consideri che il regolamento di Bergamo risulta emanato a salvaguardia di interessi superiori, alcuni di rango costituzionale, quali "la salute pubblica, il risparmio familiare, la serenità domestica, l'integrità del tempo di lavoro, la sicurezza e il decoro urbaniť.

Molti ritengono, o comunque fanno mostra di credere, che il gioco d'azzardo legale, con la sua deriva di dannosità per la salute, si identifichi con le slot machine e si esaurisca in esse. Lo tesso Sottosegretario Baretta ha recentemente dichiarato che "Se facciamo qualcosa oggi per l'on line, rischieremmo di non fare più niente con le slot che sono la base del problema. Adesso ci concentriamo su questo primo passaggio: offerta e distribuzione del gioco".

La tesi è pericolosa, soprattutto per il corollario che la accompagna, cioè che l'attività di contrasto alle slot finisca per costituire attività di contrasto al gioco d'azzardo tout court, così che limitare gli orari di funzionamento delle slot machine possa costituire, da solo, un rimedio in grado di contrastare efficacemente modalità di gioco compulsivo.

Naturalmente non è così. Il gioco d'azzardo è un fenomeno molto più vasto e variegato di quanto qualcuno voglia far credere, rappresentando un vero e proprio "sistema", in grado di mettere a repentaglio la salute di chi lo pratica, in cui le macchinette forse hanno il primato, in termini qualitativi e quantitativi, rappresentano la punta dell'iceberg, ma certamente non ne esauriscono le espressioni.

Una azione regolatoria e di prevenzione in materia di gioco d'azzardo, non dovrebbe riguardare solamente le slot, ma abbracciare tutto l'universo del gioco d'azzardo, ogni sua manifestazione, tutte egualmente pericolose.

Ci sono attive oggi 50 lotterie nazionali a estrazione istantanea, di cui non viene comunicato neppure il numero dei tagliandi distribuiti. Il superenalotto, grazie anche alla introduzione delle vincite con il "due", che restituiscono ai giocatori premi di pochi spiccioli, in pratica la giocata, ha segnato nei primi due mesi del 2017 un incremento del 16%. Il 10elotto effettua 228 estrazioni al giorno, una ogni cinque minuti, dalle 5 alle 24, mentre nella modalità on line, la raccolta a distanza viene effettuata per 24 ore al giorno.

Solo per citare alcune delle modalità più evidenti del fenomeno azzardo, che meriterebbero una decisa azione in termini di riduzione di "offerta e distribuzione", anche se il vero scenario del gioco d'azzardo e, per converso, di ogni azione di contrasto, è rappresentato e lo sarà sempre di più dall'on line, che ha già segnato nel 2016 un deciso incremento.

Gratta & vinci e 10elotto rappresentano due delle più insidiose e pericolose modalità di gioco d'azzardo attualmente presenti sul mercato, sottrarle alla potestà regolamentare dei Comuni, in base a motivi a prima vista neppure fondati, ma sicuramente non condivisibili, appare una scelta discutibile e che potrebbe comportare gravi conseguenze.

Postato il 30/03/2017 12:03 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 984 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: azzardo - dipendenza slot machine - gratta e vinci

  • "DAL GIOCO D'AZZARDO AL GAP"
    15/11/2017 10:15

    NELLA LORO COMUNICAZIONE, FALSA E INGANNEVOLE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, I MONOPOLI MILLANTANO LA CATEGORIA DEL GIOCO RESPONSABILE, SENZA AVVERTIRE I GIOCATORI DEI REALI RISCHI CHE CORRONO

  • "LA PROBABILITÀ DI PERDITA NEI G&V"
    20/10/2017 16:42

    INVECE DELLA PROBABILITÀ DI VINCITA, COMUNQUE NON INDICATA, SUI BIGLIETTI GRATTA & VINCI DOVREBBE ESSERE INDICATA LA PROBABILITÀ DI PERDITA

  • "COSA (NON) È IL GIOCO D'AZZARDO"
    12/10/2017 16:37

    DEFINIRE COSA NON È IL GIOCO D'AZZARDO, AIUTA A CONFERMARE LE RAGIONI A SOSTEGNO DELLE AZIONI PER CONTRASTARLO

  • "LA PREVENZIONE DEL GIOCO D'AZZARDO"
    06/10/2017 10:28

    UN RUOLO DECISIVO NELL'AZIONE DI PREVENZIONE E CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO SPETTA AI COMUNI

  • "IL DATO MISTERIOSO"
    25/09/2017 16:25

    QUANTO HANNO SPESO NEL 2016 GLI ITALIANI PER I GIOCHI D'AZZARDO? QUESTO DATO RIMANE IL PIU' OSCURO DEL SETTORE

  • "IL NEMICO PUBBLICO N. 1"
    07/09/2017 15:17

    IL GIOCO D'AZZARDO, DEFINITO IPOCRITAMENTE "GIOCO CON VINCITE IN DENARO", RAPPRESENTA ORMAI UNA VERA EMERGENZA NAZIONALE, UNO DEI PIÙ GRAVI ATTENTATI ALLA VITA DELLE PERSONE, COMPRESA LA SALUTE

  • "TI PIACE VINCERE FACILE? "
    31/08/2017 16:15

    I "NUMERI" SVELANO LE RAGIONI DEL SUCCESSO DELLE LOTTERIE ISTANTANEE MA ANCHE DELLA LORO PERICOLOSITÀ

  • "G&V: IL KILLER SILENZIOSO"
    24/08/2017 11:20

    IL GIOCO D'AZZARDO, IN GENERALE, E I GRATTA E VINCI, IN PARTICOLARE, SONO COME L'IPERTENSIONE ARTERIOSA, UN KILLER SILENZIOSO DI CUI SI SOTTOVALUTA IL PERICLO FINO A CHE NON E' TROPPO PTARDI

created by: Paolucci Simone