Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

MA QUANTO SPENDONO GLI ITALIANI PER L' AZZARDO?

GLI ITALIANI PER L'AZZARDO SPENDONO MOLTO, TROPPO. MA QUANTO ESATTAMENTE?


 Dopo le statistiche "neonati compresi ", per quantificare la spesa degli italiani per l'azzardo sta prendendo campo una nuova "teoria", già avanzata dai monopoli nel proprio "Libro blu".

Con un dato in assoluta controtendenza rispetto a quelli fin qui forniti relativamente alla spesa per giochi d'azzardo, ci viene detto che "Nel 2012 la spesa era di 18 miliardi di euro, l'anno dopo è scesa a 17 miliardi ".

Ai 17 miliardi di "spesa " si arriva scomputando dalla "raccolta " dei monopoli, 84 miliardi e 728 milioni di euro nel 2013 , le "vincite " pagate ai giocatori, pari a 67 miliardi e 637 milioni di euro .

A noi, invece, sembra corretto affermare che la cifra "spesa" degli italiani per l'azzardo sia la stessa di quella "raccolta" dai monopoli con i giochi . Lo stesso dato visto una volta dalla parte di chi paga e una volta dalla parte di chi incassa . Se i 67 miliardi restituiti in premi rappresentano l'80% di quanto incassato è evidente che la "spesa" dei giocatori debba ammontare a 84 miliardi di euroe e non possa essere di 17 .

Se al ristorante paghiamo 50 euro per una cena, non diciamo che la nostra "spesa" ammonta a 10 euro, perché 40 euro ci sono stati "restituiti" sotto forma di pietanze e bevande. Lo diremo solo se vogliamo far credere che quel ristorante sia molto economico, "manipolando" il dato.

I monopoli, peraltro, non chiariscono neppure "come " vengono restituite le vincite, che rappresenta invece un dato molto importante.

Ogni volta che un giocatore acquista g&v che contiene uno dei numerosissimi "premi" pari al prezzo del biglietto e lo trasforma in un altro g&v o reinserisce nella slot le monete appena vinte, sta utilizzando risorse proprie, che rappresentano la sua "spesa" per l'azzardo . Se acquisto un g&v da 10 euro, che contiene un premio da 10 euro che utilizzo per acquistare un altro tagliando, ho "speso" complessivamente venti euro, non dieci come vorrebbero farci credere .

Così come alle slot, se introduco 5 euro per iniziare a giocare e altri 15 che ho vinto man mano, ho "speso" complessivamente 20 euro, non cinque . Altrimenti è come se le "vincite" non contassero, non entrassero affatto nella tasca dei giocatori, che è un po' quello che i monopoli vogliono, visto che la maggior parte dei premi sono di scarsa entità e una volta assegnati vengono immediatamente rigiocati.

Il senso di questa operazione di comunicazione risulta evidente: 17 miliardi di euro divisi per il numero degli italiani, "neonati compresi", corrispondono ad una spesa media di 283 euro per anno, un dato che desta molto meno allarme rispetto a quello che otteniamo dividendo 87 miliardi di euro per il numero di giocatori effettivi, cioè [b]3.360 euro/anno, la vera "spesa" media pro capite di chi gioca d'azzardo .

E' la stessa logica in base alla quale "Mettiamoci in gioco" e Sistema Gioco Italia hanno recentemente convenuto che quelli proposti dai monopoli non sono giochi d'azzardo ma "giochi con alea con posta in denaro".

La comunicazione in materia di giochi d'azzardo è piena di "lievito dei Farisei" .

Postato il 31/10/2014 11:31 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 4923 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - gratta & vinci - slot macchine - spesa - raccolta - vincite - monopoli - libro blu

  • "I MONOPOLI OSCURANO LA "RACCOLTA""
    27/01/2018 11:02

    I MONOPOLI FANNO SPARIRE IL DATO DELLA RACCOLTA DALLA COMUNICAZIONE DEI DATI SUL GIOCO

  • "AZZARDO E TUTELA DELLA SALUTE"
    20/01/2018 10:13

    FIRMIAMO LA PETIZIONE PER COSTRINGERE LA LORENZIN A PROMUOVERE UNA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SUL GIOCO D'AZZARDO, COME PER IL FUMO E ALTRE EMERGENZE SANITARIE

  • "RIPROVA, SARAI PIÙ FORTUNATO"
    15/01/2018 10:25

    CI SONO 51 LOTTERIE ISTANTANEE ATTIVE, TUTTE IN GRADO DI ASSICURARE UN MARGINE DI GUADAGNO SIGNIFICATIVO ... AL CONCESSIONARIO E AI MONOPOLI, A SPESE DEI GIOCATORI

  • "IL PREMIO INESISTENTE"
    08/01/2018 16:41

    ANCHE NELL'ULTIMO G&V, PIU' DELLA META' DEI PREMI IN PALIO NON FA VINCERE NIENTE

  • "DAL GIOCO D'AZZARDO AL GAP"
    15/11/2017 10:15

    NELLA LORO COMUNICAZIONE, FALSA E INGANNEVOLE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, I MONOPOLI MILLANTANO LA CATEGORIA DEL GIOCO RESPONSABILE, SENZA AVVERTIRE I GIOCATORI DEI REALI RISCHI CHE CORRONO

  • "LA PROBABILITÀ DI PERDITA NEI G&V"
    20/10/2017 16:42

    INVECE DELLA PROBABILITÀ DI VINCITA, COMUNQUE NON INDICATA, SUI BIGLIETTI GRATTA & VINCI DOVREBBE ESSERE INDICATA LA PROBABILITÀ DI PERDITA

  • "COSA (NON) È IL GIOCO D'AZZARDO"
    12/10/2017 16:37

    DEFINIRE COSA NON È IL GIOCO D'AZZARDO, AIUTA A CONFERMARE LE RAGIONI A SOSTEGNO DELLE AZIONI PER CONTRASTARLO

  • "LA PREVENZIONE DEL GIOCO D'AZZARDO"
    06/10/2017 10:28

    UN RUOLO DECISIVO NELL'AZIONE DI PREVENZIONE E CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO SPETTA AI COMUNI

created by: Paolucci Simone