Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'pubblicità'

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE GENTILONI

CHIEDIAMO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CHE GLI AVVERTIMENTI SUL DIVIETO DI GIOCO (D'AZZARDO) AI MINORI E IL PERICOLO DIPENDENZA DIVENTINO OGGETTO DI UNA APPOSITA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, COME AVVIENE PER ALTRE "EMERGENZE" SOCIALI


 ILLUSTRISSIMO SIGNOR
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
ONOREVOLE PAOLO GENTILONI


Onorevole Signor Presidente.
i dati relativi al gioco d'azzardo legale forniti dall'aams, apparentemente positivi dal punto di vista economico, denunciano in realtà una situazione di grave disagio sociale, che vede coinvolte milioni di persone, anche minori di età, a cui pure il gioco d'azzardo dovrebbe essere vietato.

Secondo una recente indagine, più di ...

CONTINUA A LEGGERE

Postato il 21/02/2017 15:44 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 5359 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - divieto di gioco ai minori - pericolo dipendenza - gap - pubblicità

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE GENTILONI

ABBIAMO CHIESTO AL PRESDIENTE DEL CONSIGLIO CHE GLI AVVERTIMENTI SUL DIVIETO DI GIOCO (D'AZZARDO) AI MINORI E IL PERICOLO DIPENDENZA DIVENTINO OGGETTO DI UNA APPOSTA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, COME AVVIENE PER ALTRE "EMERGENZE" SOCIALI





ILLUSTRISSIMO SIGNOR
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
ONOREVOLE PAOLO GENTILONI



Onorevole Signor Presidente.
i dati relativi al gioco d'azzardo legale forniti dall'aams, apparentemente positivi dal punto di vista economico, denunciano in realtà una situazione di grave disagio sociale, che vede coinvolte milioni di persone, anche minori di età, a cui pure il gioco d'azzardo dovrebbe essere vietato.

Secondo una recente indagine, più di un milione e duecentomila studenti, di età compresa tra 14 e 19 anni, giocano d'azzardo, e in base a una ricerca dell'ISS, oltre la metà delle persone che partecipano a lotterie e altri giochi con vincite in denaro ignorano di praticare giochi d'azzardo.

Stime accreditate, fornite dal CNR, indicano in centinaia di migliaia gli ammalati di Gap e in milioni le persone a rischio dipendenza.

L'offerta di gioco d'azzardo legale, per ammissione dello stesso Sottosegretario al MEF, con delega ai giochi, Onorevole Baretta, ha raggiunto livelli eccessivi e preoccupanti e deve essere ridotta.

A fronte di una offerta di giochi pubblici con vincite in denaro "fuori controllo", esiste nel comparto un grave deficit informativo, ad eccezione di una ossessiva pubblicità di prodotto, caratterizzato dalla mancanza di qualunque strumento di cautela o l'applicazione di qualsiasi principio di precauzione, in un settore che pure comporta rischi per la salute e gravissime implicazioni personali.

E' stata di recente trasmessa sui media nazionali una campagna antitabagismo, affidata a un noto personaggio, mentre altre sono attualmente in programmazione, relative a diverse "emergenze" sociali: dalla sicurezza stradale, al fenomeno del bullismo, dalla violenza sulle donne, ai diritti delle persone con disabilità.

Campagne di comunicazione trasmesse per sensibilizzare le persone in ordine a questioni e problemi sociali gravi e delicati e stigmatizzare comportamenti e "abitudini" pericolosi per la salute o socialmente inaccettabili.

E' per le medesime ragioni che sottopongo alla Sua attenzione la necessità di una campagna di comunicazione in materia di gioco d'azzardo legale, che rappresenta attualmente una delle maggiori e più gravi, se non la più grave emergenza sociale a livello nazionale.

Una campagna informativa che, fuori da una logica esclusivamente promozionale e di prodotto, comunichi in maniera adeguata ed efficace due aspetti del gioco d'azzardo, attualmente del tutto negletti, o comunicati poco e male dagli stessi operatori del gioco, che non hanno alcun interesse a diffonderli: il divieto di gioco d'azzardo ai minori e il rischio dipendenza che la sua pratica può comportare.

Tenendo conto che si tratta di avvertimenti obbligatori per legge, relativi ad aspetti che riguardano la tutela di interessi primari delle persone, anche costituzionalmente garantiti, come il diritto alla salute, che meritano pertanto di essere adeguatamente comunicati, anche al fine di innalzare il tasso di "legalità" nel servizio pubblico dei giochi con vincite in denaro.

Confido nella favorevole valutazione della proposta formulata e La saluto con profondo ossequio.

Jesi, 21 febbraio 2017

Avv. Osvaldo Asteriti

Postato il 21/02/2017 15:33 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2358 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - divieto di gioco ai minori - pericolo dipendenza - pubblicità

PUBBLICITÀ E "INCITAMENTO AL GIOCO" (D'ZZARDO)

IL DECRETO BALDUZZI VIETA I MESSAGGI PUBBLICITARI CHE EVIDENZIANO "INCITAMENTO AL GIOCO OVVERO ESALTAZIONE DELLA SUA PRATICA", SANZIONANDO L'INOSSERVANZA DEL DIVIETO


 La pubblicità rappresenta un aspetto critico del gioco d'azzardo, su cui molti chiedono al Governo nuovi e più incisivi interventi limitativi o addirittura il divieto totale.

Attualmente, il decreto Balduzzi vieta i messaggi pubblicitari nei quali si evidenzi "incitamento al gioco ovvero esaltazione della sua pratica". La violazione della disposizione è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da centomila a cinquecentomila euro, ma l'attività di contestazione degli illeciti e di irrogazione delle sanzioni è affidata...

Continua a leggere

Postato il 02/12/2016 15:55 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 5113 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - pubblicità - 10 e lotto - gratta e vinci

PUBBLICITÀ E "INCITAMENTO AL GIOCO" (D'ZZARDO)

IL DECRETO BALDUZZI VIETA I MESSAGGI PUBBLICITARI CHE EVIDENZIANO "INCITAMENTO AL GIOCO OVVERO ESALTAZIONE DELLA SUA PRATICA", SANZIONANDO L'INOSSERVANZA DEL DIVIETO


 La pubblicità rappresenta un aspetto critico del gioco d'azzardo, su cui molti chiedono al Governo nuovi e più incisivi interventi limitativi o addirittura il divieto totale.

Attualmente, il decreto Balduzzi vieta i messaggi pubblicitari nei quali si evidenzi "incitamento al gioco ovvero esaltazione della sua pratica". La violazione della disposizione è punita con una sanzione amministrativa pecuniaria da centomila a cinquecentomila euro, ma l'attività di contestazione degli illeciti e di irrogazione delle sanzioni è affidata ... ai monopoli, nonostante la loro evidente posizione di conflitto di interessi.

E' difficile immaginare una pubblicità che non "inciti" a consumare il prodotto o utilizzare il servizio che promuove. Difficile, ma non impossibile, basterebbe ad esempio che la pubblicità fornisse ai consumatori una informazione adeguata e corretta, peraltro come prescritto dal codice del consumo, senza limitarsi a suggestionarli, esclusivamente per indurli a giocare d'azzardo.

Se si esamina tutta la pubblicità oggi trasmessa in materia di giochi d'azzardo legali, su qualsiasi media, si matura la certezza che la norma non viene in alcun modo osservata.

Basta pensare alla pubblicità dei gratta e vinci, caratterizzata dal claim "Ti piace vincere facile?", che oltre a violare la norma richiamata, incitando al gioco, viola anche il disposto dell'articolo 1, comma 939 della legge di stabilità 2016, che vieta la pubblicità che induce a confondere la facilità del gioco con la facilità della vincita.

Altro esempio, la pubblicità del 10 e lotto, con Totti in qualità di testimonial, che contiene un vero e proprio incitamento al gioco d'azzardo, e una esaltazione la sua pratica. Un gioco d'azzardo pericoloso per la salute, con estrazioni ogni 5 minuti tutto il giorno, tutti i giorni, viene presentato come un gioco divertente e innocente, con il messaggio "10 e lotto, questo sì che è un gioco"

La pubblicità viene trasmessa senza informare il giocatore sulle sue probabilità di vincita, nonostante l'obbligo in tal senso previsto nella disposizione dell'articolo 7, comma 4 bis del decreto Balduzzi, secondo cui:"La pubblicità dei giochi che prevedono vincite in denaro deve riportare in modo chiaramente visibile la percentuale di probabilità di vincita che il soggetto ha nel singolo gioco pubblicizzato".

Per ridurre l'impatto della pubblicità del gioco d'azzardo basterebbe applicare la pur scarsa normativa esistente, senza continuare a richiedere al Governo, come fanno molti, politici e non, l'adozione di nuove norme limitative che il Governo non ha alcuna intenzione di introdurre.

La legalità non si costruisce attraverso la richiesta ed eventualmente l'approvazione di nuove leggi, ma con l'osservanza di quelle esistenti.

Postato il 02/12/2016 15:50 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2076 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - pubblicità - 10 e lotto - gratta e vinci

Pag. 1 di 12
  • "REPORT G&V 2018. "
    16/06/2018 08:00

    VINCI UN MILIONE DI PREMI E RESTI POVERO

  • "PASSIONE GRATTA & VINCI"
    29/05/2018 09:22

    RECENTI STUDI CONFERMANO CHE I GRATTA & VINCI SONO IL GIOCO D'AZZARDO PIÙ AMATO DAGLI ITALIANI

  • "COS'E' IL GIOCO D'AZZARDO"
    30/04/2018 17:08

    IL GIOCO D'AZZARDO NON È UN INNOCUO PASSATEMPO, SOMIGLIA PIUTTOSTO A UN PERICOLOSO LABIRINTO

  • "L'INVASIONE DEGLI "ULTRACORPI""
    27/02/2018 09:32

    QUANTE SONO LE LOTTERIE ISTANTANEE ATTIVE OGGI, QUANTI BIGLIETTI DISTRIBUISCONO E QUALE PROBABILITÀ DI VINCITA ASSICURANO?

  • "LA FOTOGRAFIA DELLA DIPENDENZA"
    20/02/2018 09:09

    IL DATO DELLA "RACCOLTA" RAPPRESENTA UNA ISTANTANEA DEL PERICOLO DIPENDENZA DA GIOCO D'AZZARDO, ECCO PERCHÉ È STATA CANCELLATA E SOSTITUITA DALLA "SPESA"

  • "I MONOPOLI OSCURANO LA "RACCOLTA""
    27/01/2018 11:02

    I MONOPOLI FANNO SPARIRE IL DATO DELLA RACCOLTA DALLA COMUNICAZIONE DEI DATI SUL GIOCO

  • "AZZARDO E TUTELA DELLA SALUTE"
    20/01/2018 10:13

    FIRMIAMO LA PETIZIONE PER COSTRINGERE LA LORENZIN A PROMUOVERE UNA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SUL GIOCO D'AZZARDO, COME PER IL FUMO E ALTRE EMERGENZE SANITARIE

  • "RIPROVA, SARAI PIÙ FORTUNATO"
    15/01/2018 10:25

    CI SONO 51 LOTTERIE ISTANTANEE ATTIVE, TUTTE IN GRADO DI ASSICURARE UN MARGINE DI GUADAGNO SIGNIFICATIVO ... AL CONCESSIONARIO E AI MONOPOLI, A SPESE DEI GIOCATORI

created by: Paolucci Simone