Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'pericolo dipendenza'

PASSIONE G&V. L'ILLEGALITA' DELL'AZZARDO LEGALE

SECONDO RECENTI E ACCREDITATI STUDI, I GRATTA E VINCI RAPPRESENTANO IL GIOCO D'AZZARDO PIÙ AMATO DAGLI ITALIANI. ADULTI, MINORI, UOMINI, DONNE TUTTI PAZZI PER I GRATTA & VINCI.


 I gratta & vinci sono il gioco d'azzardo preferito dagli italiani, come sanno benissimo i monopoli e il concessionario, che lo sostengono in maniera massiccia, con più di cinquanta diversi tipi, attivi oggi.

E' un gioco "facile", che non richiede alcun tipo di manualità, neppure minima, adatto a qualsiasi tipo di giocatore: basta acquistare un biglietto dei tantissimi distribuiti e grattare la vernice che ricopre numeri e simboli, per scoprire immediatamente se si è vinto un premio e, in questo caso, continuare a giocare.

Esaminandolo da vicino il fenomeno gratta & vinci è facile registrare il tasso di illegalità che lo caratterizza, a causa della la mancata osservanza o della interpretazione strumentale delle poche norme poste dalla legge a tutela dei giocatori.

Sui tagliandi di 9 lotterie istantanee manca l'indicazione della probabilità di vincita, nonostante sia obbligatoria per legge da gennaio 2013, mentre sulle altre 42 viene fornita "per fascia di premio", un sistema così ingannevole che consente di indicare, ad esempio, sui biglietti dell'ultimo g&v, in "1 biglietto ogni 3,66" la probabilità di vincita di un premio da € 500, probabilità che, in realtà, è 44 mila volte minore, 1 biglietto ogni 163.200.

Il divieto di gioco ai minori, così come l'avvertimento sul rischio dipendenza, poi, sono "nascosti" sul retro di tutti i tagliandi, lontano dall'area di gioco, scritti con caratteri minuscoli, senza alcuna enfasi grafica, praticamente invisibili.

La struttura dei premi in palio in tutti i g&v è progettata per indurre al rigioco, evitando così che una risorsa economica, una volta entrata nel circuito dell'azzardo, possa abbandonarlo, anche se questo sistema sembra in grado di indurre modalità di gioco compulsivo, grazie alla ripetizione della gocata, e favorire la comparsa della dipendenza.

In media il 60% dei premi restituisce la somma giocata, mentre oltre il 99% dei premi complessivi sono di importo modesto. Nell'ultimo g&v, da tre euro, oltre l'80% dei premi sono da tre o cinque euro, mentre i premi fino a 25 euro costituiscono più del 99% del totale dei premi in palio.

Il claim della pubblicità dei gratta & vinci, denunciato inutilmente all'A.G.COM, costituisce un ulteriore elemento di illegalità.

"Ti piace vincere facile?" , infatti, integra la fattispecie vietata dall'articolo 1, comma 938, lettera i) della legge 208/2015, legge di stabilità 2016 che vieta la pubblicità che "induce a confondere la facilità del gioco con la facilità della vincita".

Occorre ricordare che l'indicazione della probabilità di vincita sui tagliandi, l'indicazione del divieto di gioco ai minori, l'avvertimento del rischio dipendenza dalla pratica del gioco d'azzardo e, infine, il divieto di pubblicità ingannevole sono tutte prescrizioni dettate dalla legge a tutela della salute dei giocatori e tutte rigorosamente ... inosservate.

Postato il 01/06/2017 15:18 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 3181 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - gratta e vinci - probabilità di vincita - pericolo dipendenza

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE GENTILONI

CHIEDIAMO AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CHE GLI AVVERTIMENTI SUL DIVIETO DI GIOCO (D'AZZARDO) AI MINORI E IL PERICOLO DIPENDENZA DIVENTINO OGGETTO DI UNA APPOSITA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, COME AVVIENE PER ALTRE "EMERGENZE" SOCIALI


 ILLUSTRISSIMO SIGNOR
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
ONOREVOLE PAOLO GENTILONI


Onorevole Signor Presidente.
i dati relativi al gioco d'azzardo legale forniti dall'aams, apparentemente positivi dal punto di vista economico, denunciano in realtà una situazione di grave disagio sociale, che vede coinvolte milioni di persone, anche minori di età, a cui pure il gioco d'azzardo dovrebbe essere vietato.

Secondo una recente indagine, più di ...

CONTINUA A LEGGERE

Postato il 21/02/2017 15:44 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 5651 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - divieto di gioco ai minori - pericolo dipendenza - gap - pubblicità

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE GENTILONI

ABBIAMO CHIESTO AL PRESDIENTE DEL CONSIGLIO CHE GLI AVVERTIMENTI SUL DIVIETO DI GIOCO (D'AZZARDO) AI MINORI E IL PERICOLO DIPENDENZA DIVENTINO OGGETTO DI UNA APPOSTA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE, COME AVVIENE PER ALTRE "EMERGENZE" SOCIALI





ILLUSTRISSIMO SIGNOR
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
ONOREVOLE PAOLO GENTILONI



Onorevole Signor Presidente.
i dati relativi al gioco d'azzardo legale forniti dall'aams, apparentemente positivi dal punto di vista economico, denunciano in realtà una situazione di grave disagio sociale, che vede coinvolte milioni di persone, anche minori di età, a cui pure il gioco d'azzardo dovrebbe essere vietato.

Secondo una recente indagine, più di un milione e duecentomila studenti, di età compresa tra 14 e 19 anni, giocano d'azzardo, e in base a una ricerca dell'ISS, oltre la metà delle persone che partecipano a lotterie e altri giochi con vincite in denaro ignorano di praticare giochi d'azzardo.

Stime accreditate, fornite dal CNR, indicano in centinaia di migliaia gli ammalati di Gap e in milioni le persone a rischio dipendenza.

L'offerta di gioco d'azzardo legale, per ammissione dello stesso Sottosegretario al MEF, con delega ai giochi, Onorevole Baretta, ha raggiunto livelli eccessivi e preoccupanti e deve essere ridotta.

A fronte di una offerta di giochi pubblici con vincite in denaro "fuori controllo", esiste nel comparto un grave deficit informativo, ad eccezione di una ossessiva pubblicità di prodotto, caratterizzato dalla mancanza di qualunque strumento di cautela o l'applicazione di qualsiasi principio di precauzione, in un settore che pure comporta rischi per la salute e gravissime implicazioni personali.

E' stata di recente trasmessa sui media nazionali una campagna antitabagismo, affidata a un noto personaggio, mentre altre sono attualmente in programmazione, relative a diverse "emergenze" sociali: dalla sicurezza stradale, al fenomeno del bullismo, dalla violenza sulle donne, ai diritti delle persone con disabilità.

Campagne di comunicazione trasmesse per sensibilizzare le persone in ordine a questioni e problemi sociali gravi e delicati e stigmatizzare comportamenti e "abitudini" pericolosi per la salute o socialmente inaccettabili.

E' per le medesime ragioni che sottopongo alla Sua attenzione la necessità di una campagna di comunicazione in materia di gioco d'azzardo legale, che rappresenta attualmente una delle maggiori e più gravi, se non la più grave emergenza sociale a livello nazionale.

Una campagna informativa che, fuori da una logica esclusivamente promozionale e di prodotto, comunichi in maniera adeguata ed efficace due aspetti del gioco d'azzardo, attualmente del tutto negletti, o comunicati poco e male dagli stessi operatori del gioco, che non hanno alcun interesse a diffonderli: il divieto di gioco d'azzardo ai minori e il rischio dipendenza che la sua pratica può comportare.

Tenendo conto che si tratta di avvertimenti obbligatori per legge, relativi ad aspetti che riguardano la tutela di interessi primari delle persone, anche costituzionalmente garantiti, come il diritto alla salute, che meritano pertanto di essere adeguatamente comunicati, anche al fine di innalzare il tasso di "legalità" nel servizio pubblico dei giochi con vincite in denaro.

Confido nella favorevole valutazione della proposta formulata e La saluto con profondo ossequio.

Jesi, 21 febbraio 2017

Avv. Osvaldo Asteriti

Postato il 21/02/2017 15:33 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2664 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - divieto di gioco ai minori - pericolo dipendenza - pubblicità

Pag. 1 di 1
  • "RACCOLTA, SPESA E GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO"
    15/10/2018 10:36

    LA COMUNICAZIONE IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO STA DIVENTANDO SEMPRE PIU' OMISSIVA E INGANNEVOLE, PER MASCHERARE IL REALE PERICOLO DI DIPENDENZA CHE IL GIOCO D'AZZARDO COMPORTA

  • "LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE"
    03/10/2018 09:41

    UNA MISURA DI PREVENZIONE EFFICACE E IMMEDIATA PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA SOCIALE RAPPRESENTATA DAL GIOCO D'AZZARDO

  • "PUBBLICAZIONE"
    05/09/2018 09:24

    UN LIBRO CHE AFFRONTA, SENZA IPOCRISIE, I TANTI INGANNI E PERICOLI CHE SI NASCONDONO NEI MECCANISMI DEI GIOCHI D'AZZARDO E NELLA LORO COMUNICAZIONE

created by: Paolucci Simone