Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'legge delega'

LA NORMATIVA ANTIAZZARDO

STORIA MINIMA DELLA LOTTA ALL'AZZARDO, ATTRAVERSO LA NORMATIVA DI CONTRASTO INTRODOTTA NEGLI ANNI


 Nonostante il tema appaia impegnativo, il compito non è particolarmente gravoso, visto che l'antiazzardo in Italia, a livello normativo e non solo, è fatto soprattutto di omissioni.

Il gioco d'azzardo legale moderno è nato a metà degli anni novanta, con il primo gratta e vinci, Fontane d'Italia, indetto come misura straordinaria e una tantum.

Fino al decreto Balduzzi del settembre 2012, niente, il far west,...

Continua a leggere

Postato il 24/03/2016 15:56 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2350 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - decreto Balduzzi - legge delega fiscale

LA NORMATIVA ANTIAZZARDO

STORIA MINIMA DELLA LOTTA ALL'AZZARDO, ATTRAVERSO LA NORMATIVA DI CONTRASTO INTRODOTTA NEGLI ANNI


 Nonostante il tema appaia impegnativo, il compito non è particolarmente gravoso, visto che l'antiazzardo in Italia, a livello normativo e non solo, è fatto soprattutto di omissioni.

Il gioco d'azzardo legale moderno è nato a metà degli anni novanta, con il primo gratta e vinci, Fontane d'Italia, indetto come misura straordinaria e una tantum.

Fino al decreto Balduzzi del settembre 2012, niente, il far west, lo spirito della nuova frontiera, nessuna norma di contrasto, neppure minima, solo l'immissione sul mercato di giochi con vincite in denaro sempre nuovi, tanto che lo stesso sottosegretario Baretta ha recentemente dovuto ammettere che il Governo nel settore si era fatto prendere la mano, e per dirlo lui.

Quando i buoi, i vitelli e anche i bovari erano tutti fuggiti, si è pensato di chiudere la stalla, con un decreto legge dell'allora Ministro della salute, convertito in legge, che ha l'indubbio merito di aver fissato alcuni punti nodali in materia di gioco d'azzardo: primo, che la sua pratica può creare dipendenza e secondo, il divieto ai minori, vietandone anche la pubblicità nel corso di trasmissioni e/o spettacoli loro rivolti.

La formulazione della norma consentiva negli anni la diffusione di pubblicità di giochi d'azzardo su tette le reti, a tutte le ore e in tutte le trasmissioni, ad eccezione ovviamente di quelle rivolte espressamente ai minori.

Forse anche a causa della facile e massiccia elusione, dopo tre anni dal divieto posto dal decreto Balduzzi, con la legge di stabilità 2015,è stata vietata la diffusione di pubblicità sulle reti generaliste, dalla 7 di mattina alle 22.

Un successo, per i concessionari. La pubblicità viene oggi trasmessa a tutte le ore sulle reti tematiche, si pensi alle piattaforme a pagamento che trasmettono sport, soprattutto calcio, molto seguito dai minori, mentre sulle reti generaliste l'ho vista trasmessa sia dopo le 22 che pochi minuti prima delle sette.

La normazione successiva è addirittura solo promessa, mai adottata.

La legge di delega fiscale 11 marzo 2014, n. 23, demandava al Governo l'adozione di un decreto legislativo in materia di gioco d'azzardo. Il termine, prorogato fino a giungo del 2015, veniva fatto scadere, senza l'emissione di alcun provvedimento normativo.

La legge delega in materia di giochi non è stata mai attuata.

La storia di se e come siano state osservate le poche norme adottate negli anni in tema di contrasto al gioco d'azzardo legale merita un discorso a parte.

Postato il 24/03/2016 15:49 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 1387 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - decreto Balduzzi - legge delega

IL GOVERNO DELL'AZZARDO

A BREVE VERRÀ APPROVATO DAL GOVERNO IL DECRETO IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, PREVISTO DALLA LEGGE DI DELEGA FISCALE


 Dopo oltre due anni dal Decreto Balduzzi, mai completamente applicato, tutti attendono con ansia il decreto in materia di giochi con vincite in denaro in fase di emissione da parte del Governo, in base alla delega contenuta nell'articolo 14 della legge 11 marzo 2014, n 23.

Dalle prime indiscrezioni sul testo ...


CONTINUA A LEGGERE

Postato il 25/03/2015 15:47 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 3233 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: Gioco d'azzardo - decreto delegato giochi - legge delega fiscale - prevenzione GAP - tutela minori

IL GOVERNO DELL'AZZARDO

A BREVE VERRÀ APPROVATO DAL GOVERNO IL DECRETO IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, PREVISTO DALLA LEGGE DI DELEGA FISCALE


 Dopo oltre due anni dal Decreto Balduzzi, mai completamente applicato, tutti attendono con ansia il decreto in materia di giochi con vincite in denaro in fase di emissione da parte del Governo, in base alla delega contenuta nell'articolo 14 della legge 11 marzo 2014, n 23.

Dalle prime indiscrezioni sul testo, tuttavia, sembra molto probabile che anche in questa occasione la montagna partorirà il topolino.

Sebbene la delega prescriva l'adeguamento della normativa delegata "all'esigenza di prevenire i fenomeni di ludopatia ovvero di gioco d'azzardo patologico e di gioco minorile... " le priorità e gli interessi che emergono dalla bozza sembrano del tutto altri.

Da una parte la volontà di azzeramento della normativa regionale emanata per regolamentare il gioco d'azzardo legale a livello locale, dall'altra l'esigenza di respingere le istanze di Comuni e Regioni per un "decentramento" di potere a livello territoriale nei procedimenti autorizzativi in materia di apertutra di nuove sale giochi.

Il "bilanciamento degli interessi" viene tentato attraverso l'allocazione di risorse. La bozza di decreto prevede un fondo, pare di 200/250 milioni di euro annui, da destinare a Regioni, Comuni, enti di formazione e associazioni, per "compensarli" della perdita di potere a livello locale .

Anche le norme sulla pubblicità non avranno alcun reale impatto sulla comunicazione del gioco legale, limitandosi a vietare la pubblicità dell'azzardo ... illegale , e forse a limitarla nella fascia protetta, come peraltro già previsto dalla legge di delega, prima dello sciagurato emendamento introdotto dal Senato.

Ma la prevenzione del GAP e la tutela dei minori?

La bozza non sembra preoccuparsene, ignorando qestioni come i meccanismi dei giochi capaci di creare dipendenza, la mancanza di trasparenza e correttezza nella comunicazione, anche pubblicitaria dei giochi, i profili di illegalità presenti nella loro disciplina, la mancanza di attenzione verso le esigenze di tutela della salute dei giocatori, la mancanza di tutela dei minori.

L'emanando decreto, più che orientato a prevenire il GAP e tutelare i minori, principi che per il Governo appaiono rinunciabili, sembra perseguire la logica gattopardesca di "cambiare tutto per non cambiare niente", offrendo come contropartita della conservazione dello status quo una ridistribuzione delle entrate generate dai giochi.

Postato il 25/03/2015 15:39 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2656 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - decreto delegato giochi - legge delega fiscale - prevenzione GAP - tutela minori

Pag. 1 di 2
  • "I MONOPOLI OSCURANO LA "RACCOLTA""
    27/01/2018 11:02

    I MONOPOLI FANNO SPARIRE IL DATO DELLA RACCOLTA DALLA COMUNICAZIONE DEI DATI SUL GIOCO

  • "AZZARDO E TUTELA DELLA SALUTE"
    20/01/2018 10:13

    FIRMIAMO LA PETIZIONE PER COSTRINGERE LA LORENZIN A PROMUOVERE UNA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SUL GIOCO D'AZZARDO, COME PER IL FUMO E ALTRE EMERGENZE SANITARIE

  • "RIPROVA, SARAI PIÙ FORTUNATO"
    15/01/2018 10:25

    CI SONO 51 LOTTERIE ISTANTANEE ATTIVE, TUTTE IN GRADO DI ASSICURARE UN MARGINE DI GUADAGNO SIGNIFICATIVO ... AL CONCESSIONARIO E AI MONOPOLI, A SPESE DEI GIOCATORI

  • "IL PREMIO INESISTENTE"
    08/01/2018 16:41

    ANCHE NELL'ULTIMO G&V, PIU' DELLA META' DEI PREMI IN PALIO NON FA VINCERE NIENTE

  • "DAL GIOCO D'AZZARDO AL GAP"
    15/11/2017 10:15

    NELLA LORO COMUNICAZIONE, FALSA E INGANNEVOLE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, I MONOPOLI MILLANTANO LA CATEGORIA DEL GIOCO RESPONSABILE, SENZA AVVERTIRE I GIOCATORI DEI REALI RISCHI CHE CORRONO

created by: Paolucci Simone