Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'gioco d'azzardo patologico'

"GIOCA SENZA ESAGERARE"

I MONOPOLI E I CONCESSIONARI INVITANO A GIOCARE RESPONSABILMENTE, SENZA ESAGERARE, COME SE GLI ECCESSI FOSSERO IMPUTABILI ESCLUSIVAMENTE A CHI GIOCA D'AZZARDO


 Visitando il sito lottomatica, nella pagina dedicata al Gioco Responsabile (scritto così, maiuscolo) si scopre che "Il gioco è un'esperienza piacevole che non presenta alcun rischio per la maggior parte delle persone. "

Il concessionario tuttavia è costretto ad ammettere che "fra milioni di giocatori, ci sono anche persone per le quali giocare non è più solo divertimento, ma è diventato o può diventare un problema. " ...

CONTINUA A LEGGERE

Postato il 15/12/2014 17:35 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 4267 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - CNR - gratta & vinci - gioco responsabile - gioco d'azzardo patologico

"GIOCA SENZA ESAGERARE"

I MONOPOLI E I CONCESSIONARI INVITANO A GIOCARE RESPONSABILMENTE, SENZA ESAGERARE, COME SE GLI ECCESSI FOSSERO IMPUTABILI ESCLUSIVAMENTE A CHI GIOCA D'AZZARDO


 Visitando il sito lottomatica, nella pagina dedicata al Gioco Responsabile (scritto così, maiuscolo) (LEGGI ) si scopre che "Il gioco è un'esperienza piacevole che non presenta alcun rischio per la maggior parte delle persone."

Il concessionario tuttavia è costretto ad ammettere che "fra milioni di giocatori, ci sono anche persone per le quali giocare non è più solo divertimento, ma è diventato o può diventare un problema. ", che provoca conseguenze negative per loro e i familiari, giocatori con "abitudini di gioco non corrette" che causano "problemi lavorativi, familiari e finanziari .".

Insomma, un mondo "doppio" , da una parte milioni di giocatori felici e responsabili e dall'altra un pugno di sconsiderati (poche persone su milioni di giocatori) per i quali "giocare non è più solo divertimento ", ai quali magari non piace vincere facile .

Per descrivere questo mondo, mai "gioco d'azzardo ", sempre e solo "gioco ", nessuna "dipendenza patologica grave ", ma "problemi ", non veri e propri drammi umani, ma "conseguenze negative " per persone e famiglie, secondo una consolidata scelta di rimozione semantica.

I numeri del gioco d'azzardo però sconfessano questa rappresentazione della realtà edulcorata e artificiale, basta leggerli.

La raccolta di gioco nel 2013 è stata di 84 miliardi 728 milioni di euro (dati aams), mentre il CNR stima in 17 milioni (42% delle persone residenti in Italia tra i 15 e i 64 anni) il numero di persone che hanno giocato almeno una volta nel 2013.

Incrociando questi dati, risulta che in media ogni giocatore ha speso per l'azzardo 4.984 euro all'anno, quasi 95 euro a settimana, più di 13 euro al giorno.

Premesso che quelli sopra indicati sono valori "medi" e come tali restituiscono solo in parte le dimensioni reali e drammatiche del fenomeno, comunque non sembra che raccontino una storia di giocatori felici per i quali il gioco è divertimento. Il CNR stima in 2 milioni gli italiani a rischio minimo e in circa un milione i giocatori ad alto rischio (600-700mila) o già patologici (250-300mila).

Sono dati che denunciano una situazione gravissima, in cui la dipendenza o comunque modalità problematiche di gioco d'azzardo sono ben più frequenti di quanto si voglia far credere, magari con statistiche annacquate (neonati compresi) o nascondendo il dato della raccolta di gioco , quanto spende effettivamente chi gioca d'azzardo, con la "spesa ", che si ottiene sottraendo alla raccolta le vincite.

Sul sito lottomatica ci sono anche suggerimenti "per fare in modo che il gioco resti un piacere ", come giocare "solo la quantità di denaro e per il tempo stabiliti inizialmente".

Viene da domandarsi se il tempo speso per "rigiocare" quel 60% di premi pari al prezzo del biglietto presente in media in tutti i gratta e vinci debba rientrare nella programmazione iniziale.

Comunque, anche sul retro dei tagliandi dei g&v, l'invito è fermo, quasi perentorio: "gioca senza esagerare ", ... più chiaro di così.

Postato il 15/12/2014 17:24 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 3024 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - gratta e vinci - "gioco responsabile" - gioco d'azzardo patologico

ADESSO BASTA!

CI AUGURIAMO CHE QUESTA NOSTRA DENUNCIA IN MATERIA DI GRATTA & VINCI POSSA ESSERE RACCOLTA DAGLI ORGANI DI INFORMAZIONE E RESA DISPONIBILE PER I GIOCATORI


 Dal sette luglio è attiva la cinquantesima lotteria istantanea , denominata "Cruciverba ".

Sebbene il prezzo del biglietto sia uguale a quella precedente, 5 euro, il concessionario, con il pieno avallo dei monopoli, ha completamente modificato i dati economici rispetto alla lotteria "Viva l'estate", naturalmente in senso peggiorativo per i giocatori così che aumenta il rischio di ammalarsi e diminuiscono le probabilità di vincita .

Il numero dei premi è diminuito da 10.738.190 di "Viva l'estate" a 8.868.775 di "Cruciverba", mentre i biglietti sono aumentati, passando da 26.400.000 a 30.000.00 . Insomma, nella lotteria "Cruciverba" sono aumentati i biglietti e diminuiti i premi .

Diminuiti, oltre che di numero, anche di importo, così da comporre una struttura premi ancora meno favorevole ai giocatori, e più pericolosa. Sono stati cancellati alcuni premi e altri ridotti drasticamente di numero.

Nel gratta & vinci "Cruciverba" il 99,99% dei premi hanno un valore da 5 a 100 euro, mentre solo lo 0,00028% dei premi complessivi valgono 1.000 euro (20) e 500.000 (5). Venticinque premi su 8.658.775.

Sul sito le probabilità di vincita sono indicate così: Probabilità di vincita: 1 su 3,38 biglietti
probabilità/Frequenza della vincita massima: 1/6.000.000 biglietti.


Il meccanismo insomma è sempre lo stesso, anzi peggio, conosciuto e sfruttato cinicamente dal concessionario e dai monopoli: una marea di piccoli premi da rigiocare subito e pochi premi maggiori come specchietto per le allodole. Il tutto, nella totale assenza di informazione per i giocatori.

Sulle probabilità di vincita dei singoli premi, come denunciato più volte, ma anche riguardo alla stessa composizione del montepremi.

Il giocatore è portato a credere che, a parità di prezzo, le lotterie siano uguali o molto simili. Niente di più falso. Pur avendo il biglietto lo stesso prezzo, nella lotteria "Cruciverba " non ci sono i 186 premi da 10.000 euro presenti nel montepremi della lotteria "Viva l'estate " e la probabilità di vincere un premio da 1.000 euro è precipitata da 1 su 24.000 a 1 su 1.500.000, mentre i 3.300 premi da 500 euro e i 2.200 da 250 sono stati semplicemente ... cancellati.

Postato il 09/07/2014 11:28 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 1459 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - lotterie istantanee - gratta & vinci - struttura premi - rischio dipendenza - GAP - gioco d'azzardo patologico

DENUNCIA G&V "CRUCIVERBA"

DAL 7 LUGLIO È ATTIVA LA CINQUANTESIMA LOTTERIA ISTANTANEA, "CRUCIVERBA". LA SOLITA TRAPPOLA MICIDIALE PER I GIOCATORI. TRENTA MILIONI DI BIGLIETTI E UNA STRUTTURA PREMI PERICOLOSA PER LA SALUTE.


 Nel montepremi ci sono complessivamente 8.868.775 premi, di cui il 99,99% è costituito da premi che vanno dai cinque ai cento euro, mentre ci sono solo cinque premi da 500.000 euro e venti da 1.000 euro , lo 0,00028% .

Siamo sempre stati convinti che una struttura premi di questo tipo spalanchi le porte alla dipendenza, inducendo il giocatore che vince una piccola somma o un "premio" addirittura pari al prezzo del biglietto a ripetere la giocata, inseguendo l'illusione di vincere un premio vero, che possa cambiargli la vita.

Per questo motivo abbiamo impugnato il decreto istitutivo della lotteria "Cruciverba" dinanzi ai monopoli e al ministero della salute, denunciando i profili di pericolo che un tale meccanismo comporta per la salute di chi si avvicina al gioco d'azzardo.

Che non è solo un pericolo generico, collegato alla pratica del gioco d'azzardo in sé, ma un rischio specifico, collegato cioè alla disciplina adottata, a questa modalità di offerta del gioco d'azzardo, rischio che potrebbe essere evitato semplicemente con una modifica della struttura premi.

Postato il 09/07/2014 11:17 in 'Azioni' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 8830 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - lotterie istantanee - gratta & vinci - struttura premi - gioco d'azzardo patologico

Pag. 1 di 2
  • "DAL GIOCO D'AZZARDO AL GAP"
    15/11/2017 10:15

    NELLA LORO COMUNICAZIONE, FALSA E INGANNEVOLE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, I MONOPOLI MILLANTANO LA CATEGORIA DEL GIOCO RESPONSABILE, SENZA AVVERTIRE I GIOCATORI DEI REALI RISCHI CHE CORRONO

  • "LA PROBABILITÀ DI PERDITA NEI G&V"
    20/10/2017 16:42

    INVECE DELLA PROBABILITÀ DI VINCITA, COMUNQUE NON INDICATA, SUI BIGLIETTI GRATTA & VINCI DOVREBBE ESSERE INDICATA LA PROBABILITÀ DI PERDITA

  • "COSA (NON) È IL GIOCO D'AZZARDO"
    12/10/2017 16:37

    DEFINIRE COSA NON È IL GIOCO D'AZZARDO, AIUTA A CONFERMARE LE RAGIONI A SOSTEGNO DELLE AZIONI PER CONTRASTARLO

  • "LA PREVENZIONE DEL GIOCO D'AZZARDO"
    06/10/2017 10:28

    UN RUOLO DECISIVO NELL'AZIONE DI PREVENZIONE E CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO SPETTA AI COMUNI

  • "IL DATO MISTERIOSO"
    25/09/2017 16:25

    QUANTO HANNO SPESO NEL 2016 GLI ITALIANI PER I GIOCHI D'AZZARDO? QUESTO DATO RIMANE IL PIU' OSCURO DEL SETTORE

created by: Paolucci Simone