Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'divieto di gioco d'azzardo ai minori'

OMISSIONE DI CAUTELE OBBLIGATORIE IN MATERIA DI AZZARDO

IL GIOCO D'AZZARDO È VIETATO AI MINORI DI ETÀ E PUÒ CAUSARE UNA GRAVE FORMA DI DIPENDENZA.


 Nonostante abbiano una importanza decisiva, gli avvertimenti su questi due aspetti, obbligatori per legge, sono affidati agli stessi concessionari di gioco, che evidentemente non hanno alcun interesse a comunicarli in maniera efficace.

Nella pubblicità, vengono trasmessi alla fine degli spot, attraverso un breve messaggio, letto con voce piatta e molto velocemente, mentre su biglietti e schedine, sono quasi "invisibili", stampati sul retro, lontano dall'area di gioco, in caratteri minuscoli, senza alcuna enfasi grafica.

I monopoli "comunicano" questi avvertimenti con formule ipocrite, prive di qualsiasi efficacia deterrente, che si limitano in modo farisaico a invitare al "gioco legale e responsabile", o suggeriscono "gioca senza esagerare" o "gioca il giusto".

Questa è la situazione, anche se mettere in guardia le persone sul rischio per la salute che corrono giocando d'azzardo e informare i minori, e i loro genitori, che la pratica del gioco d'azzardo è loro vietata, costituisce l'oggetto di un preciso obbligo di legge.

Ma, nonostante ciò, niente. Nonostante una campagna di informazione su questi due aspetti costituirebbe una mossa efficace nella prevenzione e nella lotta al gioco d'azzardo, orientata a tutelare i minori e la salute, non viene promossa, anche se il gioco d'azzardo è un servizio pubblico gestito dalla Stato.

Eppure, sul sito del Governo, le campagne di comunicazione istituzionale attualmente presenti sono addirittura 38 e tra queste molte non possiedono il carattere di emergenza presente nel gioco d'azzardo.

Tutte le richieste finora avanzate al Governo di promuovere su tv, radio e social, come avviene per altre "emergenze", una campagna di comunicazione, a tutela della salute, per informare le persone in maniera efficace su questi aspetti, sono rimaste senza risposta.

Ci auguriamo che, stante il carattere di vera emergenza nazionale che caratterizza il gioco d'azzardo, la proposta possa essere raccolta dal nuovo Governo e sostenuta anche dalle associazioni che si occupano di contrasto all'azzardo, magari accanto alla presentazione di progetti di legge sul tema, che offrono sicuramente maggiore visibilità mediatica, ma sono destinati a restare lettera morta.

Postato il 18/04/2018 11:36 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2547 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - avvertiment obbligatori - divieto di gioco d'azzardo ai minori - rischio dipendenza - gap

CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE SULL'AZZARDO

CI SONO ASPETTI DEL GIOCO D'AZZARDO CHE NON POSSONO ESSERE AFFIDATI ALLA COMUNICAZIONE FRETTOLOSA, SCIATTA E INTERESSATA DEI CONCESSIONARI


 Abbiamo segnalato molte volte, anche al Presidente Renzi, la necessità di una campagna istituzionale, come quella recente antitabacco, che informi sul divieto di gioco d'azzardo ai minori e sul rischio di dipendenza patologica che la pratica del gioco d'azzardo comporta, comunicazione oggi affidata ai concessionari.

La segnalazione è stata ripresa da Jamma.it (leggi).

Ci piacerebbe che i politici e le associazioni che hanno invitato Totti a non prestarsi a fare pubblicità al gioco d'azzardo condividessere e sostenessero questa iniziativa, rivolgendo a Renzi e alla Ministra della Salute l'invito a diffondere una campagna di informazione seria e reale su questi due aspetti vitali del gioco d'azzardo, prescritti dalla legge, ricordando che si tratta di un servizio pubblico.

Postato il 21/03/2016 10:57 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 3122 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - comunicazione - rischio dipendenza - divieto di gioco d'azzardo ai minori

AZZARDO E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

DA GENNAIO AD OGGI, LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, DIVERSI MINISTERI E ALTRI SOGGETTI PUBBLICI HANNO REALIZZATO 28 "CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE", PER SENSIBILIZZARE I CITTADINI ITALIANI SULLE QUESTIONI PIÙ DIVERSE


 Le campagne di comunicazione istituzionale, come precisa il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri: "spot televisivi e radiofonici, schede informative", rappresentano senza dubbio uno strumento di divulgazione e sensibilizzazione diretto e molto efficace.

Vengono utilizzate per informare e sensibilizzare...


CONTINUA A LEGGERE

AZZARDO E COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

DA GENNAIO AD OGGI, LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, DIVERSI MINISTERI E ALTRI SOGGETTI PUBBLICI HANNO REALIZZATO 28 "CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE", PER SENSIBILIZZARE I CITTADINI ITALIANI SULLE QUESTIONI PIÙ DIVERSE


 Le campagne di comunicazione istituzionale , come precisa il sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri: "spot televisivi e radiofonici, schede informative", rappresentano senza dubbio uno strumento di divulgazione e sensibilizzazione diretto e molto efficace.

Vengono utilizzate per informare e sensibilizzare gli italiani su qualsiasi tema di importanza cruciale . Ad esempio, Amendola ci ricorda di chiamare la guardia costiera se ci troviamo in difficoltà in mare con la nostra barca e Terence Hill ci suggerisce di avvertire la guardia forestale se avvistiamo un incendio boschivo.

Le campagne vengono anche promosse per sensibilizzare i cittadini sui loro diritti o informarli delle opportunità a loro disposizione.

Nonostante il numero crescente di minori di età che cadono nella rete dell'azzardo e del numero sempre più elevato di ammalati di GAP e di soggetti a rischio, a nessuno fino adesso è venuto in mente di utilizzare questo strumento per informare i cittadini italiani che il gioco d'azzardo è vietato ai minori di anni 18 e può causare dipendenza patologica , come prescrive la legge.

La comunicazione in materia di giochi d'azzardo resta affidata agli stessi che li gestiscono, i quali confondono tra pubblicità e comunicazione, invitando al gioco d'azzardo, senza fornire una comunicazione efficace sui rischi per la salute che comporta e sui divieti che prevede.

Nel campo del gioco d'azzardo, la necessità di sensibilizzare i cittadini sui loro diritti non viene avvertita, infatti sono rimasti senza esito i 7 messaggi inviati al sito della Presidenza del Consiglio, all'indirizzo centromessaggi@governo.it, con i quali chiedevamo la realizzazione di una campagna istituzionale in materia di giochi pubblici con vincite in denaro che comunicasse agli italiani almeno il divieto di gioco d'azzardo ai minori e li avvertisse del rischio di dipendenza che corrono giocando .

Nessuna risposta, altri interessi, altre priorità.

A ottobre è partita la campagna istituzionale "L'italiano nel mondo che cambia ", presentata dal "Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria" "per condividere con i cittadini la rilevanza della lingua italiana nel mondo e per informarli sulla convocazione, per la prima volta, degli Stati Generali della lingua italiana nel mondo ".

Confesso di non aver neppure capito cosa siano gli "Stati Generali della lingua italiana" e di provare, forse anche per un fatto anagrafico, un pizzico di nostalgia per le vecchie campagne di comunicazione, proposte dal marchio "Pubblicità Progresso ", nelle quali, ad esempio, per contrastare il consumo di tabacco, venivano lanciati messaggi come "Chi fuma danneggia anche te, digli di smettere ".

Pag. 1 di 1
  • "PUBBLICAZIONE"
    05/09/2018 09:24

    UN LIBRO CHE AFFRONTA, SENZA IPOCRISIE, I TANTI INGANNI E PERICOLI CHE SI NASCONDONO NEI MECCANISMI DEI GIOCHI D'AZZARDO E NELLA LORO COMUNICAZIONE

  • ""QUESTO GIOCO NUOCE ALLA SALUTE""
    21/08/2018 11:38

    IN ITALIA, QUANDO UNA LEGGE NON VIENE OSSERVATA, SE NE FA UN'ALTRA, CON IL MEDESIMO CONTENUTO

  • "L'IPOCRISIA VIETATA PER LEGGE"
    03/08/2018 11:59

    GLI EMENDAMENTI AL DECRETO LEGGE "DIGNITÀ", APPROVATI IN COMMISSIONE, SUSCITANO ULTERIORI RIFLESSIONI SUL GIOCO D'AZZARDO

  • "SE NON È ZUPPA ..."
    24/07/2018 08:39

    IN ITALIA SIAMO MAESTRI NEL TROVARE L'INGANNO, UNA VOLTA FATTA LA LEGGE.

created by: Paolucci Simone