Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'decreto Balduzzi'

LA NORMATIVA ANTIAZZARDO

STORIA MINIMA DELLA LOTTA ALL'AZZARDO, ATTRAVERSO LA NORMATIVA DI CONTRASTO INTRODOTTA NEGLI ANNI


 Nonostante il tema appaia impegnativo, il compito non è particolarmente gravoso, visto che l'antiazzardo in Italia, a livello normativo e non solo, è fatto soprattutto di omissioni.

Il gioco d'azzardo legale moderno è nato a metà degli anni novanta, con il primo gratta e vinci, Fontane d'Italia, indetto come misura straordinaria e una tantum.

Fino al decreto Balduzzi del settembre 2012, niente, il far west,...

Continua a leggere

Postato il 24/03/2016 15:56 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2215 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - decreto Balduzzi - legge delega fiscale

LA NORMATIVA ANTIAZZARDO

STORIA MINIMA DELLA LOTTA ALL'AZZARDO, ATTRAVERSO LA NORMATIVA DI CONTRASTO INTRODOTTA NEGLI ANNI


 Nonostante il tema appaia impegnativo, il compito non è particolarmente gravoso, visto che l'antiazzardo in Italia, a livello normativo e non solo, è fatto soprattutto di omissioni.

Il gioco d'azzardo legale moderno è nato a metà degli anni novanta, con il primo gratta e vinci, Fontane d'Italia, indetto come misura straordinaria e una tantum.

Fino al decreto Balduzzi del settembre 2012, niente, il far west, lo spirito della nuova frontiera, nessuna norma di contrasto, neppure minima, solo l'immissione sul mercato di giochi con vincite in denaro sempre nuovi, tanto che lo stesso sottosegretario Baretta ha recentemente dovuto ammettere che il Governo nel settore si era fatto prendere la mano, e per dirlo lui.

Quando i buoi, i vitelli e anche i bovari erano tutti fuggiti, si è pensato di chiudere la stalla, con un decreto legge dell'allora Ministro della salute, convertito in legge, che ha l'indubbio merito di aver fissato alcuni punti nodali in materia di gioco d'azzardo: primo, che la sua pratica può creare dipendenza e secondo, il divieto ai minori, vietandone anche la pubblicità nel corso di trasmissioni e/o spettacoli loro rivolti.

La formulazione della norma consentiva negli anni la diffusione di pubblicità di giochi d'azzardo su tette le reti, a tutte le ore e in tutte le trasmissioni, ad eccezione ovviamente di quelle rivolte espressamente ai minori.

Forse anche a causa della facile e massiccia elusione, dopo tre anni dal divieto posto dal decreto Balduzzi, con la legge di stabilità 2015,è stata vietata la diffusione di pubblicità sulle reti generaliste, dalla 7 di mattina alle 22.

Un successo, per i concessionari. La pubblicità viene oggi trasmessa a tutte le ore sulle reti tematiche, si pensi alle piattaforme a pagamento che trasmettono sport, soprattutto calcio, molto seguito dai minori, mentre sulle reti generaliste l'ho vista trasmessa sia dopo le 22 che pochi minuti prima delle sette.

La normazione successiva è addirittura solo promessa, mai adottata.

La legge di delega fiscale 11 marzo 2014, n. 23, demandava al Governo l'adozione di un decreto legislativo in materia di gioco d'azzardo. Il termine, prorogato fino a giungo del 2015, veniva fatto scadere, senza l'emissione di alcun provvedimento normativo.

La legge delega in materia di giochi non è stata mai attuata.

La storia di se e come siano state osservate le poche norme adottate negli anni in tema di contrasto al gioco d'azzardo legale merita un discorso a parte.

Postato il 24/03/2016 15:49 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 1267 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - decreto Balduzzi - legge delega

LA PROBABILITÀ DI VINCITA DELLE LOTTERIE ISTANTANEE

COME VIENE FORNITA OGGI AI GIOCATORI UNA INFORMAZIONE OBBLIGATORIA PER LEGGE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, PRESCRITTA A TUTELA DELLA LORO SALUTE?


 Ci sono oggi in Italia 61 lotterie istantanee attive, un numero impressionante che basta da solo a chiarire quale sia il reale atteggiamento dello Stato nei confronti del gioco d'azzardo. Sono diverse per prezzo del biglietto, vincita massima, numero di biglietti distribuiti, percentuale di restituzione ed altro.

C'è però un elemento che le accomuna tutte: nessuna di esse informa i giocatori in maniera corretta circa le reali probabilità di vincita.

Il decreto Balduzzi in merito è chiarissimo ...

continua a leggere

Postato il 24/02/2016 15:40 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 2435 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - lotterie istantanee - gratta e vinci - probabilità di vincita - decreto Balduzzi

LA PROBABILITÀ DI VINCITA DELLE LOTTERIE ISTANTANEE

COME VIENE FORNITA OGGI AI GIOCATORI IN TEMA DI G&V UNA INFORMAZIONE OBBLIGATORIA PER LEGGE, PRESCRITTA A TUTELA DELLA LORO SALUTE?


 Ci sono oggi in Italia 61 lotterie istantanee attive, un numero impressionante che basta da solo a chiarire quale sia il reale atteggiamento dello Stato nei confronti del gioco d'azzardo. Sono diverse per prezzo del biglietto, vincita massima, numero di biglietti distribuiti, percentuale di restituzione ed altro.

C'è però un elemento che le accomuna tutte: nessuna di esse informa i giocatori in maniera corretta circa le reali probabilità di vincita.

Il decreto Balduzzi in merito è chiarissimo, dispone che, a partire dal primo gennaio 2013, la probabilità di vincita deve essere indicata sui biglietti, a meno che l'entità dei dati sia tale da non poter essere contenuta su di essi.

Fino a giugno 2015, per oltre 2 anni e mezzo dall'introduzione dell'obbligo, niente, nessuna indicazione, la norma ignorata come se non esistesse. Da luglio, a partire dalla lotteria istantanea "La mappa dei pirati", compaiono sul sito le probabilità di vincita relative ai vari premi, indicati nella tabella "probabilità di vincita nel dettaglio".

A ottobre, con la lotteria "Soldi ... soldi", le probabilità di vincita compaiono anche sui biglietti, ma indicate in media, per fasce di premi.

Sul retro dei biglietti dell'ultimo g&v "Biliardissimo", ad esempio, i giocatori possono leggere che la probabilità di vincita "media" di un premio da 500 euro è di 1 biglietto ogni 3,61, mentre visitando il sito scoprire che la probabilità di vincita dello stesso premio da 500 euro è di 1 ogni 83.007,52 biglietti.

Viene da chiedersi come mai fino a ottobre 2015 sui biglietti non comparisse alcuna indicazione relativa alle probabilità di vincita, mentre da quella data, la probabilità di vincita viene indicata, ma in media, per fasce di premi.

Oggi comunque, ad oltre tre anni da quando l'obbligo è stato introdotto, la situazione è la seguente.

Sul retro dei biglietti di dieci lotterie istantanee, a partire da "Soldi ... soldi" fino all'ultima indetta, con l'aggiunta di "Doppia sfida", per la quale il lay out posteriore del biglietto è stato modificato con provvedimento pubblicato il 21 gennaio, la probabilità di vincita, come detto, viene indicata, ma in media e per fasce di premi, così da far rimpiangere l'omissione precedente.

Sui biglietti delle altre 51 lotterie istantanee attive, invece, ancora oggi non viene fornita alcuna indicazione in merito alla probabilità di vincita.

Postato il 24/02/2016 15:34 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 1906 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - lotterie istantanee - gratta e vinci - probabilità di vincita - decreto Balduzzi

Pag. 1 di 6
  • "DAL GIOCO D'AZZARDO AL GAP"
    15/11/2017 10:15

    NELLA LORO COMUNICAZIONE, FALSA E INGANNEVOLE, IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO, I MONOPOLI MILLANTANO LA CATEGORIA DEL GIOCO RESPONSABILE, SENZA AVVERTIRE I GIOCATORI DEI REALI RISCHI CHE CORRONO

  • "LA PROBABILITÀ DI PERDITA NEI G&V"
    20/10/2017 16:42

    INVECE DELLA PROBABILITÀ DI VINCITA, COMUNQUE NON INDICATA, SUI BIGLIETTI GRATTA & VINCI DOVREBBE ESSERE INDICATA LA PROBABILITÀ DI PERDITA

  • "COSA (NON) È IL GIOCO D'AZZARDO"
    12/10/2017 16:37

    DEFINIRE COSA NON È IL GIOCO D'AZZARDO, AIUTA A CONFERMARE LE RAGIONI A SOSTEGNO DELLE AZIONI PER CONTRASTARLO

  • "LA PREVENZIONE DEL GIOCO D'AZZARDO"
    06/10/2017 10:28

    UN RUOLO DECISIVO NELL'AZIONE DI PREVENZIONE E CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO SPETTA AI COMUNI

  • "IL DATO MISTERIOSO"
    25/09/2017 16:25

    QUANTO HANNO SPESO NEL 2016 GLI ITALIANI PER I GIOCHI D'AZZARDO? QUESTO DATO RIMANE IL PIU' OSCURO DEL SETTORE

  • "IL NEMICO PUBBLICO N. 1"
    07/09/2017 15:17

    IL GIOCO D'AZZARDO, DEFINITO IPOCRITAMENTE "GIOCO CON VINCITE IN DENARO", RAPPRESENTA ORMAI UNA VERA EMERGENZA NAZIONALE, UNO DEI PIÙ GRAVI ATTENTATI ALLA VITA DELLE PERSONE, COMPRESA LA SALUTE

  • "TI PIACE VINCERE FACILE? "
    31/08/2017 16:15

    I "NUMERI" SVELANO LE RAGIONI DEL SUCCESSO DELLE LOTTERIE ISTANTANEE MA ANCHE DELLA LORO PERICOLOSITÀ

  • "G&V: IL KILLER SILENZIOSO"
    24/08/2017 11:20

    IL GIOCO D'AZZARDO, IN GENERALE, E I GRATTA E VINCI, IN PARTICOLARE, SONO COME L'IPERTENSIONE ARTERIOSA, UN KILLER SILENZIOSO DI CUI SI SOTTOVALUTA IL PERICLO FINO A CHE NON E' TROPPO PTARDI

created by: Paolucci Simone