Cerca nei Posts:
Ricerca avanzata
Sottoscrivi Feeds
RSS | ATOM | RDF
Seguici
su Facebook

Archivi dei Posts

Ricerca per tag: 'class action'

CLASS ACTION AMMINISTRATIVA

L'AZIONE INIZIATA UN ANNO FA CON LA DIFFIDA AI MONOPOLI E AL CONCESSIONARIO, RIMASTA SENZA ESITO, PROSEGUE ORA CON IL RICORSO AL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO


 In osservanza di un preciso obbligo di legge, sul sito dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (vedi ) è stato pubblicato l'avviso del ricorso che abbiamo presentato presentato al Tar Lazio, proseguendo la class action amministrativa iniziata un anno fa, riguardante la denuncia di omissioni e gravi carenze informative ai giocatori in materia di gratta e vinci e con la richiesta di una corretta erogazione del servizio.

Postato il 27/07/2015 11:50 in 'Azioni' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 8159 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - class action - gratta & vinci - Tar Lazio

CLASS ACTION IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO

CI SONO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI GIOCATORI AFFETTI DA GAP, MA NESSUNO DI QUESTI MI RISULTA CHE FINORA ABBIA AVVIATO UNA AZIONE DI RISARCIMENTO PER I DANNI MATERIALI E MORALI PATITI A CAUSA DEL GIOCO D'AZZARDO


 Sono stato contattato, qualche giorno fa, da un giocatore in cura presso il SERT della sua città per problemi di dipendenza da gioco d'azzardo che mi ha manifestato l'intenzione di chiedere il risarcimento dei danni, descrivendomi il solito calvario che caratterizza la dipendenza patologica da GAP.

Gli ingenti danni economici, l'attività lavorativa trascurata, ...

Continua a leggere

Postato il 12/05/2015 17:02 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 3729 volte.
Ci sono 0 commenti, commenta anche tu.
Tags: gioco d'azzardo - GAP - dipendenza - risarcimento danni - class action

CLASS ACTION CONTRO MONOPOLI E LOTTOMATICA

IL GIOCO D'AZZARDO, CHE COSITUISCE UN SERVIZIO PUBBLCO, GESTITO DALLO STATO ATTRAVERSO SUOI CONCESSIONARI, DOVREBBE ESSERE CARATTERIZZATO DALLA MASSIMA LEGALITA' E TRASPARENZA


 Il gioco d'azzardo c.d. legale, cosituendo un servizio pubblico, dovrebbe essere caratterizzato da legalità e trasparenza.

In realtà, le cose non stanno proprio così. Prendiamo uno degli aspetti più delicati, perché collegati alla tutela della salute dei giocatori: le informazioni che devono essere fornite per evitare, o quantomeno limitare, il rischio dipendenza.

La legge prescrive, ad esempio, che sui G&V debbano figurare le percentuali di vincita che il giocatore ha in quel determinato gioco, consentendo che le stesse vengano sotituite con un rinvio al sito dei monopoli, esclusivamente nel caso in cui sui biglietti manchi lo spazio per inserirle .

Ebbene con una scelta opinabile, e contraria al disposto legislativo, il concessionario, con il pieno avallo dei monopoli, nonostante la dimensione dei biglietti consenta ampiamente la possibilità di inserire la percentuale di vincita, si limita a rimandare per la consulatazione al sito dei monopoli, su cui peraltro viene indicata in maniera parziale e alcune volte errata.

Questa scelta priva il giocatore di una infomazione che dovrebbe essere diposonibhile al momento in cui si appresta a giocare, per evitare di cadere nella trappola del "vinci adesso, vinci spesso", con grave rischio per la salute.

Abbiamo quindi chiesto ai monopoli e a Lottomatica, notificando loro la diffida preliminare all'avvio della class action, con cui abbiamo chiesto di modificare questo e altri aspetti nella disciplina del gioco, di ristabilire nel settore del gioco d'azzardo principi di legalità e trasparenza.

GIOCO D'AZZARDO E CLASS ACTION

ABBIAMO IL DIRITTO DI PRETENDERE CHE, IN MATERIA DI GIOCHI CON VINCITE IN DENARO, IL CONCESSIONARIO OPERI SECONDO CRITERI DI LEGALITÀ E I MONOPOLI ESERCITINO QUELLE AZIONI DI CONTROLLO E SANZIONATORIE CHE LA LEGGE GLI AFFIDA


 Ricordavamo qualche tempo che i giochi pubblici con vincite in denaro, i giochi d'azzardo, costituiscono un servizio pubblico, gestito esclusivamente dallo Stato attraverso i suoi concessionari.

Ci si aspetterebbe un rigoroso rispetto delle norme, peraltro scarse e non sempre efficaci, che regolano la materia.

I monopoli, invece, le ignorano o le "interpretano" come se fossero dettate a vantaggio del concessionario, non già a tutela dei giocatori, con le prevedibili conseguenze, tanto più gravi nel caso che la violazione riguardi norme dettate a tutela della salute.

Ci riferiamo, ad esempio, alla disciplina dettata in materia di probabilità di vincita che il soggetto ha nel singolo gioco a cui partecipa e agli obblighi di informazione relativi.

Disciplina completamente disattesa dal concessionario, grazie anche all'avallo dei monopoli.

La norma impone di inserire sui biglietti gratta & vinci le probabilità di vincita che il soggetto ha in quella lotteria, al fine di evitare che il giocatore, cullando speranze illusorie di "vincite facili", alimentate dalla pubblicità, giochi in modo eccessivo.

Solo se le informazioni sono troppe, si può indicare sui biglietti la possibilità di consultare la probabilità di vincita sul sito istituzionale dei monopoli. Tale scelta è obbligata: può essere operata solo se le informazioni sono tante da non potere essere contenute nel biglietto .

La scelta normativa appare chiara e condivisibile: fornire ai giocatori informazioni rilevanti per la loro salute al momento in cui si apprestano a giocare .

Come se la norma non esistesse, il concessionario inserisce su tutti i biglietti l'invito a visitare il sito per conoscere la probabilità di vincita, anche se sul sito le informazioni occupano uno o due righe mentre sui biglietti l'invito a visitarlo occupa tre righe.

Sul sito, poi, tali informazioni sono fornite in modo parziale, ingannevole e in qualche caso anche errato, indicando probabilità di vincita maggiori di quelle reali.

Precisiamo, al fine di evitare critiche malevole e qualche volta anche strumentali, che non crediamo di risolvere così il problema del gioco d'azzardo e dei danni che causa. Osserviamo solo che le norme violate sono dettate a tutela della salute dei giocatori e che comunque una norma va osservata, non interpretata per eluderla: è un problema di legalità .

E' per questa ragione che stiamo proponendo una class action nei confronti del concessionario e dei monopoli , notificando una diffida ad osservare la disciplina dettata in questa materia dalla legge e ripristinare così il corretto e trasparente esercizio del servizio pubblico erogato.

L'azione riguarda anche altri profili relativi alla comunicazione di informazioni obbligatorie per legge, dettate a tutela della salute dei giocatori.

Postato il 27/03/2014 10:23 in 'Aggiornamenti' da Asteriti Avv. Osvaldo
Il post è stato visitato 6225 volte.
Ci sono 0 commenti (1 ancora da verificare), commenta anche tu.
Tags: giochi pubblici con vincite in denaro - giochi d'azzardo - gratta & vinci - lotterie istantanee - class action

Pag. 1 di 2
  • ""SISTEMA" GRATTA & VINCI"
    05/11/2018 09:45

    IL FATTORE CRITICO DI SUCCESSO DEL GIOCO D'AZZARDO È LA DIPENDENZA, COME DIMOSTRANO I NUMERI DEI GRATTA & VINCI

  • "ALLARME AZZARDO"
    21/10/2018 09:47

    LO STUDIO DELL'ISS FORNISCE UNA FOTOGRAFIA DRAMMATICA E ALLARMANTE DEL FENOMENO DEL GIOCO D'AZZARDO IN ITALIA, ANCHE MINORILE

  • "RACCOLTA, SPESA E GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO"
    15/10/2018 10:36

    LA COMUNICAZIONE IN MATERIA DI GIOCO D'AZZARDO STA DIVENTANDO SEMPRE PIU' OMISSIVA E INGANNEVOLE, PER MASCHERARE IL REALE PERICOLO DI DIPENDENZA CHE IL GIOCO D'AZZARDO COMPORTA

  • "LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO CONTE"
    03/10/2018 09:41

    UNA MISURA DI PREVENZIONE EFFICACE E IMMEDIATA PER FRONTEGGIARE L'EMERGENZA SOCIALE RAPPRESENTATA DAL GIOCO D'AZZARDO

  • "PUBBLICAZIONE"
    05/09/2018 09:24

    UN LIBRO CHE AFFRONTA, SENZA IPOCRISIE, I TANTI INGANNI E PERICOLI CHE SI NASCONDONO NEI MECCANISMI DEI GIOCHI D'AZZARDO E NELLA LORO COMUNICAZIONE

created by: Paolucci Simone